More share buttons

Benvenuto, inizia da qui! [ Registrati | Entra

Cosa sono e che significano le sigle sugli pneumatici

Guide per Guidatori 13/07/2019

Cosa sono e che significano le sigle sugli pneumatici

Vi sarà capitato avendo una gomma tra le mani di soffermarvi per cercare di capire e decifrare quella serie di sigle e numeri che sono impresse sul suo fianco. L’unica cosa certa e che vi appare subito chiara è la marca e la misura della gomma ma tutto il resto che significa?

Cerchiamo di scoprire e di chiarire il significato di tutte quelle sigle. Prendiamo ad esempio una gomma con la seguente dicitura:

185/70 R15 88T PR10 DOT1508

  • 185 indica la larghezza della gomma espressa in millimetri;
  • /70 stabilisce il rapporto in percentuale tra l’altezza del fianco e la larghezza della sezione trasversale della gomma. Quindi il valore 70 significa che l’altezza del fianco è il 70% della larghezza di sezione. Con un minore valore in percentuale avremo una maggiore aderenza al suolo. Infatti con rapporti inferiori il fianco della gomma è più basso come nel caso delle vetture sportive;
  • R sta per radiale ed è indicativo del metodo di costruzione usato che oggi è anche il più diffuso. Questo tipo di struttura ha le tele montate radialmente a differenza delle gomme convenzionali che possiedono le tele disposte diagonalmente. Tutto ciò è sinonimo di sicurezza in quanto tali gomme risultano meno deformabili rispetto alle gomme convenzionali oltre ad apportare una maggiore aderenza al suolo, avere un’usura uniforme e fornire maggiore confort anche ad alte velocità;
  • 15 indica il diametro del cerchio espresso in pollici ( un pollice equivale a circa 2,54 cm ). In questo caso quindi il diametro del cerchio è 38,10 cm;
  • 88 determina il peso di carico ( Load Index , LI ) che la gomma può sopportare ad una precisa pressione ed è espresso in chilogrammi. In questo caso uno pneumatico con indice di carico 88 può sopportare un peso di 560 Kg ( vedi tabella );
  • T specifica l’indice di velocità ( GSY ) cioè la velocità massima a cui lo pneumatico può viaggiare. In questo caso equivale a 190 Km/h ( vedi tabella);
  • PR 10 determina il numero delle tele con cui è formato. Nell’esempio sopra riportato sono 10;
  • DOT1508 è relativo al periodo di fabbricazione delle gomme. Tale indicazione DOT è espressa con quattro cifre che specificano la settimana e l’anno di costruzione. Pertanto il numero 1508 significa che il pneumatico è stato fabbricato la quindicesima settimana (15) dell’anno 2008 (08). Per le gomme prodotte prima del 90 tuttavia le cifre erano tre a cui seguiva un piccolo triangolo. La sigla DOT (Department of Transportation) prima dell’indicazione relativa alla data di fabbricazione è seguita da una serie di lettere indicanti nell’ordine il codice dello stabilimento di produzione ( prime due cifre), la misura ed il tipo di copertura. Opzionale il codice del costruttore ( 4 cifre ).

Talvolta il numero che indica la larghezza della gomma, in questo caso 185, è preceduto da una lettera. Ecco un elenco e i vari significati.

La lettera P che in alcuni casi è omessa sta per passenger e significa che quel tipo di gomma è indicata per il trasporto di passeggeri;

la lettera T indica che tale gomma può essere utilizzata come ruota di scorta;

la lettera C specifica che quel tipo di gomma è stata progettata per i veicoli commerciali quindi adatta a carichi pesanti;

le lettere LT indicano che la gomma è studiata per il trasporto leggero o per veicoli commerciali e quindi adatta a carichi molto pesanti;

le lettere ST (Special Trailer) precisano che la gomma non è adatta ad automobili o furgoni o camion bensì è destinata a rimorchi speciali quali rimorchi per auto, barche ecc.

Tuttavia esistono altre sigle che possiamo incontrare osservando una gomma.

  • un indicatore di direzione, una freccia, che accompagna le parole rotazione, senso di rotazione. All’atto del montaggio tale indicazione deve rispettare il senso di marcia del veicolo;
  • indicatori di usura del battistrada, i TWI ( Tread Wear Indicator).Si tratta di alcune barre rialzate posizionate dalle case produttrici e inserite nelle scanalature longitudinali principali delle gomme;
  • tubeless gomme senza camera d’aria. Tali gomme sono più sicure perchè in caso di foratura tendono a sgonfiarsi più lentamente;
  • TT gomme con camera d’aria;
  • il simbolo E che indica l’osservanza alla normativa europea ECE-R30 . Tale simbolo è obbligatorio per il riconoscimento europeo e le gomme non possono essere montate se non riportano tale simbolo;
  • un trattino che indica che si tratta di uno pneumatico convenzionale;
  • RF che stabilisce che si tratta di un pneumatico RunFlat. Tale pneumatico garantisce stabilità e sicurezza anche a pressione zero e a velocità definità e per un certo numero di chilometri;
  • MFS, FR, FSL, RFP sono i vari codici utilizzati dai costruttori, e non per tutti uguali, per indicare uno pneumatico Rim Protector, dotato cioè del bordino di protezione che serve a ridurre i danni ai cerchioni in caso di urti evitando così le bolle al pneumatico con conseguente frattura dello stesso.

Un discorso a parte meritano le gomme invernali. Il simbolo che li differenzia da quelle estive o all season sono le due lettere M+S che significano Mud+ Snow ( fango + neve ). Durante il periodo invernale devi dotare la tua vettura con gomme che riportano tale dicitura. Tale periodo va dal 15 novembre al 15 aprile e rispettando sempre i codici di velocità e di carico riportati sul tuo libretto di circolazione. Tuttavia per le gomme invernali utilizzate in tale periodo puoi attenerti ad un codice di velocità inferiore e fino alla lettera Q ( 160 Km/h ) ricordandoti di ripristinare la situazione indicata sulla carta di circolazione una volta trascorso tale periodo.

La simbologia M+S garantisce che il pneumatico è invernale e quindi si adatta a prestazioni da neve pur non essendo regolamentato da alcun test.

Per avere un prodotto di qualità è necessario che lo pneumatico risponda a determinati requisiti di affidabilità sottoponendolo a test regolamentari ed in condizioni difficili. A tal proposito è necessario che il pneumatico sia dotato della marcatura 3PMSF (Three Peak Mountain Snow Flake).

Tale simbolo indica un fiocco di neve all’interno di una montagna a tre picchi ed è sinonimo di garanzia e di sicurezza per viaggiare nel periodo invernale e in condizioni difficili.

Dal 1 novembre 2012 è obbligatorio applicare un’etichetta su ogni pneumatico che è stato prodotto dopo il 30 giugno 2012. Tale etichetta tiene conto delle prestazioni del pneumatico e riguarda il rotolamento, l’aderenza su bagnato e la rumorosità.

Il rotolamento indica l’efficienza energetica del pneumatico. Considerando che il rotolamento incide sul consumo di carburante aumentando la resistenza si riducono le emissioni. I valori vanno dalla lettera A alla lettera G dove la A è il valore massimo dell’efficienza e G il minimo;

l’aderenza sul bagnato un valore molto importante per la sicurezza su strada bagnata. Anche in questo caso il valore A è il massimo con circa il 30% in più di aderenza sul bagnato rispetto al valore G;

la rumorosità indica l’inquinamento ambientale prodotto dal rotolamento delle gomme. È espresso in decibel ed è indicato con tre barre. Una barra indica un pneumatico silenzioso con un inquinamento inferiore a 3 decibel, due barre indicano un pneumatico particolarmente rumoroso e tre barre un pneumatico conforme ma maggiormente rumoroso rispetto ad altri.

Un’altra marcatura che si potrebbe trovare sul pneumatico è la marcatura UTQG (Uniform Tire Quality Grading) corrispondente alla Classificazione Unificata di Qualità dei Pneumatici. Tale marcatura riguarda le vetture sul mercato americano e non è obbligatoria in Europa. Tuttavia considerando che alcuni prodotti vengono commercializzati su entrambi i mercati è possibile trovarla anche in Europa.

Ed ecco riportate come sopra indicato la tabella riguardante gli indici di carico con l’equivalente del peso che può sopportare il pneumatico espresso in kg e la tabella dell’indice di velocità con l’equivalente della velocità consentita.

Indice di pesoPeso in kgIndice di pesoPeso in kg
208078425
228579437
248580450
269081462
2810082475
3010683487
3110984500
3311585515
3512186530
3712887545
4013688560
4114589580
4215090600
4416091615
4617092630
4717593650
4818094670
5019095690
5119596710
5220097730
5320698750
5421299775
55218100800
58236101825
59243102850
60250103875
61257104900
62265105925
63272106950
64280107975
652901081000
663001091030
673071101060
683151111090
693251121120
703351131150
713451141180
723551151215
733651161250
743751171285
753871181320
764001191360
774121201400

Indice di velocitàVelocità in km/hIndice di velocitàVelocità in km/h
A15K110
A210L120
A315M130
A420N140
A525P150
A630Q160
A735R170
A840S180
B50T190
C60U200
D65H210
E70V240
F80ZR>240
G90W270
J100Y300

No Tags

3899 visite totali, 1 oggi

  

oliomotorediretto.it
  • ABS che cosa è e come funziona

    ABS che cosa è e come funziona

    by on 24/08/2019 - 0 Comments

    La sicurezza sulla vettura è un elemento fondamentale e imprescindibile. Uno dei sistemi di sicurezza molto apprezzato e che si è diffuso negli anni è l’ ABS, un sistema di assistenza alla frenatura che svolge una funzione antibloccaggio delle ruote . Significato e origine Il termine ABS, dal tedesco Antiblockiersystem cioè sistema antibloccaggio, ha la […]

  • Cambio automatico storia caratteristiche e vantaggi

    Cambio automatico storia caratteristiche e vantaggi

    by on 12/08/2019 - 0 Comments

    Cambio automatico che cos’è Il cambio automatico come ben sapete è un tipo di cambio che permette la selezione autonoma del rapporto di trasmissione. Le auto con cambio automatico sono privi del pedale della frizione e quando il motore raggiunge un determinato numero di giri, il cambio marcia avviene autonomamente senza l’intervento del guidatore. Storia […]

  • cinture di sicurezza obbligo normativa e sanzioni

    Cinture di sicurezza obbligo, normativa e sanzioni

    by on 17/08/2019 - 0 Comments

    Cinture di sicurezza cosa sono e a cosa servono Le cinture di sicurezza sono uno dei dispositivi più importanti nel campo della sicurezza automobilistica. Sono queste difatti che permettono di trattenere il corpo in caso di urto limitando i danni che ne possono derivare. La sua funzione è quella di evitare l’impatto del guidatore e […]

  • Quando cambiare l'olio motore e il filtro alla tua auto

    Quando cambiare l'olio motore e il filtro alla tua auto

    by on 27/07/2019 - 0 Comments

    L’olio è una componente fondamentale per mantenere efficiente il motore della tua auto. Non solo lo protegge dalle impurità evitando di danneggiarlo ma lubrifica anche tutti i componenti meccanici. È importante quindi cambiare l’olio motore con regolarità per usufruire di una migliore prestazione della vettura ed evitare danni. Il cambio dell’olio motore va effettuato tenendo […]

  • Dischi freni e pastiglie quando sostituirli

    Dischi freni e pastiglie quando sostituirli

    by on 20/07/2019 - 0 Comments

    L’impianto frenante della tua vettura è un fattore importante e fondamentale per la tua e altrui tranquillità su strada. Vediamo di capirne un pò di più. Esistono due tipi di freni meccanici: i freni a tamburo e i freni a disco. I primi si distinguono per la presenza di un cilindro rotante legato alla ruota […]