Bonus auto 2022

Bonus auto 2022

Ecoincentivi auto 2022

Lo scorso 25 maggio i concessionari auto e moto di tutta Italia hanno potuto iniziare a prenotare i contributi relativi all’acquisto di nuovi veicoli non inquinanti per il 2022. Il Decreto dei Presidente del Consiglio dei Ministri, relativo al riconoscimento degli incentivi, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 16 maggio. Scopriamo qualcosa di più sul Bonus auto 2022.

Ecoincentivi auto 2022

Il Decreto del 6 aprile 2022 ricorda che gli incentivi per i veicoli non inquinanti decorrono dall’entrata in vigore dello stesso sino al 31 dicembre 2022. Dotazione analoga sarà disponibile per il 2023 e il 2024. I contributi verranno riconosciuti alle persone fisiche sulla base della tipologia di veicolo acquistato, la cui proprietà deve essere mantenuta per almeno dodici mesi. Di seguito un indice riepilogativo:

  • Automobili nuove (max 8 posti, conducente escluso):
    • Euro 6 con emissione CO2 nella fascia 0-20 g/Km, prezzo max €35.000: €3.000 di contributo base + €2.000 ulteriori se rottamato veicolo max Euro 5;
    • Euro 6 con emissione CO2 nella fascia 21-60 g/Km, prezzo max €45.000: €2.000 di contributo base + €2.000 ulteriori se rottamato veicolo max Euro 5;
    • Euro 6 con emissione CO2 nella fascia 60-135 g/Km, prezzo max €35.000: €2.000 di contributo se rottamato veicolo max Euro 5;
  • Ciclomotori e motocicli nuovi:
    • Termici e almeno Euro 5, con sconto venditore min. 5%: contributo del 40% sul prezzo d’acquisto (max €2.500) se contestuale a rottamazione;
    •  Elettrici: contributo del 30% sul prezzo d’acquisto (max €3.000); contributo del 40% (max €4.000) se contestuale a rottamazione.

Bonus auto 2022: veicoli commerciali

All’elenco di cui sopra vanno anche aggiunti gli autocarri elettrici, anche se acquistati da piccole e medie imprese esercenti attività di trasporto di cose in conto proprio o in conto terzi. Per l’esattezza:

  • Autocarri elettrici nuovi (se contestuale a rottamazione veicolo max Euro 4):
    • con massa massima non superiore a 3,5t:
      • €4.000 di contributo se massa inferiore a 1,5t;
      • €6.000 di contributo se massa tra 1,5t e 3,5t;
    • con massa massima tra 3,5t e 12t:
      • €12.000 di contributo se massa inferiore a 7t;
      • €14.000 di contributo se massa tra 7t e 12t.

Va inoltre sottolineato che le persone giuridiche possono partecipare agli ecoincentivi auto 2022 per le automobili nuove. Alla condizione, però, che i veicoli acquistati siano “[…] impiegati in car sharing con finalità commerciali e se tale impiego, nonché la proprietà in capo al soggetto beneficiario del contributo, siano mantenute per almeno ventiquattro mesi.

Come funziona il Bonus auto 2022

Dicevamo all’inizio che i concessionari auto e moto – dal 25 marzo – stanno iniziando a prenotare gli incentivi. Questo perché – letteralmente – l’incentivo viene materialmente riconosciuto dallo Stato alle imprese automotive sotto forma di credito di imposta. Costruttori e importatori, quindi, sono i soggetti che rimborsano il concessionario del valore dell’incentivo che egli riconoscerà – come sconto – nei confronti dell’utente finale. In estrema sintesi, una bella semplificazione per il consumatore, che non deve arrovellarsi nel richiedere il bonus tramite click day o per mezzo di altre farraginose modalità. Ricordiamo che per l’acquirente la data da cui partono gli ecoincentivi auto 2022 non è il 25 maggio, bensì il 16 maggio 2022, ovvero il giorno in cui è entrato in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il 25 maggio, come già sottolineato, è il giorno dal quale i rivenditori possono prenotare i contributi, tramite la piattaforma speciale messa a disposizione del Mise.

visite 189, 1 oggi