DUC: Documento Unico di Circolazione

DUC: Documento Unico di Circolazione

Documento unico di circolazione e proprietà

Abbiamo accennato all’innovazione del DUC, Documento Unico di Circolazione, in un articolo dedicato al Certificato di Proprietà moto. Riprendiamo qui il tema in maniera più ampia, cercando di cogliere gli aspetti fondamentali di questa importante novità.

Cos’è il DUC, Documento Unico di Circolazione

Lo scorso 1 ottobre 2021 è stato introdotto un nuovo attestato, in sostituzione di due precedenti: il Certificato di Proprietà e la Carta di Circolazione. Si tratta del DUC o DU, Documento Unico di Circolazione e Proprietà del Veicolo. A disciplinare questo importante cambiamento è il DL 98/2017, “Razionalizzazione dei processi di gestione dei dati di circolazione e di proprietà di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, finalizzata al rilascio di un documento unico, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera d), della legge 7 agosto 2015, n. 124.“, entrato in vigore il 1 gennaio 2020. Il rilascio del nuovo documento è stato progressivo – anche a seguito del sostanziale stato di fermo delle attività burocratiche del periodo Covid-19 – ed è di fatto pienamente operativo dallo scorso anno. Ma che cosa sostituisce il DUC?

Il Certificato di Proprietà

Il Certificato di Proprietà (CDP), in vigore dal 1994, documenta il possesso legittimo di un veicolo a motore. In esso è riportato l’ultimo passaggio di proprietà del mezzo. Dal 2015 il CDP cartaceo è stato sostituito dalla sua versione digitale (CDPD).

La Carta di Circolazione

La Carta (o Libretto) di Circolazione è una sorta di “documento di identità” del veicolo, rilasciato al momento della sua immatricolazione o reimmatricolazione. In essa sono contenute tutte le informazioni rilevanti del mezzo: targa, intestatario, caratteristiche tecniche, ecc.

Documento Unico auto: caratteristiche

Il DUC è, di fatto, graficamente molto simile alla vecchia Carta di Circolazione. In esso sono infatti presenti tutti i dati tecnici del veicolo, tradizionalmente riportati sul tradizionale Libretto. La differenza è data dalle informazioni riportate relative allo stato giuridico patrimoniale del mezzo, recuperate dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Si ricorda che il DU è un documento necessario per la circolazione del veicolo, pertanto deve essere sempre tenuto a bordo dello stesso. Attualmente il Documento Unico viene rilasciato dal MIMS, Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Riporta il Ministero che “[l]e carte di circolazione e i certificati di proprietà emessi prima del 1° ottobre 2021 mantengono la loro validità fino a quando non verrà effettuata sul veicolo una successiva operazione per la quale è previsto il rilascio del DU (quale ad es. un trasferimento di proprietà, un duplicato per smarrimento, etc.). Presentiamo di seguito un facsimile del Documento Unico di Circolazione e Proprietà (ripreso da https://aciroma.com/pratiche-auto-roma/documento-unico-di-circolazione-e-proprieta).

Image

Furto, smarrimento, deterioramento del DUC

In caso di furto, smarrimento, distruzione o deterioramento del vecchio Certificato di Proprietà o del nuovo Documento Unico è possibile richiedere il rilascio di un nuovo attestato. Gli uffici preposti ala pratica sono quelli della Motorizzazione Civile. Il documento da compilare è l’istanza unificata, che deve essere sottoscritta o dal dichiarante – se a richiedere il duplicato è l’intestatario del veicolo – o dal presentatore – se a richiedere il duplicato è invece un delegato dell’intestatario. Istanza unificata per richiedere il documento unico di circolazione pdf è il link al modulo.

visite 259, 1 oggi