Euro NCAP che cos’è e come funziona

Euro NCAP che cos'è e come funziona

Euro NCAP che cos’è

Fondato nel 1997, l’ Euro NCAP o European New Car Assessment Program che in italiano equivale a Programma Europeo di Valutazione di Nuove Auto provvede a fornire, attraverso una serie di test specifici, una valutazione sulla sicurezza delle auto di nuova produzione. Le vetture sono sottoposte a svariati test d’urto ad ognuno dei quali sono assegnati dei punteggi . Alla fine sarà pubblicato un rapporto sulla sicurezza dell’auto.

Euro NCAP test e sistema di valutazione

Per esprimere una valutazione sulla sicurezza di una vettura , la stessa è sottoposta ad una serie di test d’urto e più precisamente test frontali, laterali, contro un palo e contro le persone. La simulazione avviene facendo uso di manichini ad alta tecnologia che simulano il corpo umano e osservando gli effetti che tali test producono sul corpo umano.

Per verificare il grado di sicurezza della vettura l’Euro NCAP si basa su quattro diversi sistemi di valutazione, di cui tre espressi in stelle di diverso colore e un quarto sistema di valutazione a punti che tiene conto del tamponamento di una vettura con il conseguente colpo di frusta.

Nei test adulti, bambini e pedoni accanto alla valutazione espressa in stelle si accompagna anche la valutazione espressa a punti. Ogni test è soggetto a diverse analisi di laboratorio, valutazioni tecniche, approfonditi studi e calcoli che portano a simulazioni virtuali e reali per poter avere un rapporto dettagliato e minuzioso sulla sicurezza dei veicoli. La prova eseguita su ogni modello di auto porta alla distruzione delle vetture e comporta anche danni ai manichini la cui entità del danno subito è espressa con un diverso colore secondo la gravità.

Test sicurezza adulti

Il test si effettua posizionando due manichini, uno con funzione di conducente e l’altro come passeggero, nei sedili anteriori. La valutazione è espressa in stelle di colore giallo (0-5 stelle) a cui si aggiunge un punteggio (da 0 a 40) raggiunto dalla somma complessiva dei singoli test ( frontale e laterale con massimo 16 punti ciascuno ) , test contro il palo ( massimo 2 punti ) e 3 punti per le cinture. La valutazione massima è raggiunta grazie all’esistenza del controllo elettronico della velocità (ESP) obbligatorio dal 2014 su tutte le vetture.

Test sicurezza bambini

Il test è effettuato posizionando due manichini che rappresentano due bambini (di età tra un anno e mezzo e tre anni) sui sedili posteriori. La valutazione è stabilita in seguito ai test di urto frontali e laterali ed è espressa in stelle di colore azzurro (0-5 stelle). Nella valutazione del test sono inseriti accanto ai bambini anche i ragazzi di età inferiore a 18 anni.

Test sicurezza pedoni

Anche questo test tiene conto della valutazione a stelle oltre che del punteggio a numeri. Le stelle sono di colore verde ( 0-4 stelle) per esprimere una situazione ottimale di sicurezza anche se per il raggiungimento della sicurezza complessiva dell’auto è necessario ottenere 5 stelle globali. Inoltre è riprodotta la struttura del frontale della vettura suddivisa in settori ai quali è assegnato un colore (verde, giallo, rosso) in base al grado di sicurezza nei confronti del pedone.

Come si svolgono i test

I test sono effettuati simulando incidenti ed ostacoli e valutati in base a determinati e specifici calcoli. I manichini, che riproducono il corpo umano di un bambino e di un adulto, sono dotati di particolari sensori che registrano il loro comportamento e quello della vettura quando sono sottoposti ai diversi test. È opportuno specificare che la vettura è sostituita ad ogni crash test.

Prove per urto frontale.

La vettura è lanciata ad una velocità di 64 Km/ h contro un ostacolo rigido lungo un metro e largo 54 cm. e dotato di una parte deformabile. La posizione dell’auto è studiata in modo tale che l’ostacolo nel momento dell’urto sia spostato dal lato del conducente. Questo metodo permette di stabilire il grado di sicurezza passiva del veicolo e le sue idoneità strutturali.

Prove per urto laterale

La prova consiste nel lancio di un ariete alla velocità di 50 Km/h a veicolo fermo che è colpito lateralmente. Le valutazioni sono effettuate sul manichino posto sul sedile del conducente e considerando come punto di urto la zona all’altezza dell’anca. Accanto a questa è presa in esame un’ulteriore prova per la sicurezza della testa del conducente.

Prove per urto con palo

La vettura è situata su una pedana mobile che permette così alla vettura di muoversi contro un palo fisso indeformabile di 254 mm. di diametro. Il palo è posto in corrispondenza della testa del conducente. Essendo molto stretto, si introduce all’interno della vettura. La velocità utilizzata è di 29 Km/h.

Prove per urto con pedoni

Il test è effettuato lanciando la vettura alla velocità di 40 km/ h su finti pedoni. Sono prese in esame i punti vitali di un pedone adulto e bambino e le varie zone di impatto con il frontale della vettura.

Prove per urto posteriore

Le prove sono eseguite usando dei manichini costruiti per tale eventualità ed in caso di incidente. L’obiettivo è quello di verificare quanto i sedili e i poggiatesta riescono ad assorbire in caso di urto evitando così di provocare il colpo di frusta.

Ulteriori test

Euro NCAP oltre alle suddette prove ha introdotto ulteriori prove per rafforzare il sistema di sicurezza della vettura. Tra questi l’AEB, il sistema di frenata d’emergenza e LKA, il controllo superamento corsie. Quest’ultimo attraverso l’installazione di telecamere permette di verificare lo sbandamento della vettura correggendolo automaticamente. Questi sistemi di sicurezza sono valutati in base a 4 livelli ( nessun credito, sistema base, sistema avanzato, sistema superiore) e sono rilevanti per l’attribuzione del punteggio a stelle.

visite 403, 2 oggi