migliori auto da fuoristrada per neopatentati

Fuoristrada per neopatentati: quale scegliere?

Tra SUV e Crossover, anche per i giovani freschi di scuola guida esiste una buona gamma di modelli fra i quali scegliere. Vediamo di seguito quali possono essere i migliori fuoristrada per neopatentati per il 2022.

Fuoristrada per neopatentati: quale possono guidare?

Per la legge, un neopatentato è colui che ha superato l’esame di guida A2, A, B1 o B da meno di tre anni. Uno straniero viene invece considerato neopatentato se ha convertito la propria patente straniera in quella italiana da meno di un anno. L’Art.117 del Codice della Strada è quello preposto a definire le limitazioni nella guida. Esso specifica che un neopatentato non può superare i seguenti limiti di velocità: 100 km/h in autostrada e 90 km/h nelle strade extraurbane principali. Riguardo al tipo di veicolo, l’Art.117 stabilisce un limite – per il primo anno di rilascio della patente – anche in relazione alla potenza del mezzo. In particolare, non possono essere guidati autoveicoli con un rapporto peso/potenza superiore a 55 kW per tonnellata, con un ulteriore limite di 70 kW (ossia 95 CV) per le auto destinate al trasporto di persone dotate di 9 posti, compreso quello del conducente. Nonostante queste restrizioni condizionino la scelta, la gamma di modelli disponibili di auto da fuoristrada risulta comunque elevata. Bisogna però segnalare che la nuova legge che regolamenta la viabilità forestale potrebbe limitare molto l’uso dei fuoristrada anche per i neopatentati.

Le migliori auto da fuoristrada per neopatentati

Fuoristrada veri e propri

Appare assai difficile che il rapporto peso/potenza di un fuoristrada in senso stretto deve necessariamente avere – vista la necessità di garantire una trazione a quattro ruote motrici – possa essere compatibile con il limite imposto dall’Art.117 del Codice della Strada. Pertanto chi ha meno di un anno alle spalle come guidatore dovrà necessariamente accontentarsi di qualche compromesso.

SUV

Iniziamo quindi con i SUV (Sport Utility Vehicle), ossia i veicoli utilitari sportivi, dall’assetto rialzato e spesso a trazione integrale. Si tratta di modelli con diversi tipi di alimentazione: benzina, metano, diesel, ibrida ed elettrica. Su quest’ultima è opportuna una breve digressione, che faremo fra un attimo.

  • Jeep Renegade. Segnaliamo la 1.6 Multijet Sport (95 CV), con cambio a sei marce;
  • Fiat 500X 1.3 MultiJet Cult. Si tratta della variante torinese della Jeep Renegade. Il motore è un turbodiesel da 1300 cc.;
  • Skoda Kamiq. Probabilmente il miglior SUV per rapporto qualità/prezzo. Segnaliamo la versione a metano 1.0 G-TEC e quella a benzina 1.0 TSI;
  • Peugeot 2008. SUV francese molto compatto, presenta due varianti per i neopatentati: quella con motore Puretech da 1.2 litri, con potenza di 82 CV e quella da 1.5 litri diesel, 75 CV;
  • Ford Puma 1.0 EcoBoost 95 CV. Piccola SUV statunitense con motore 1.0 turbo tre cilindri EcoBoost a benzina (95 CV);
  • Opel Crossland X. Stile giovane e comodo, il veicolo appare adatto alle lunghe percorrenze. Segnaliamo la versione 1.2 a benzina (83 CV);
  • Dacia Duster. Tra le auto più vendute nel 2019. Segnaliamo la 1.0 Sce benzina (73 CV) e la 1.0 TCe (90 CV);

Crossover

I Crossover SUV sono un ibrido tra una berlina ed uno Sport Utility Vehicle: dall’assetto rialzato anch’essi, generalmente non supportano la trazione integrale. Eccone di seguito alcuni:

  • Renault Captur. Si tratta di un veicolo moderno e compatto, prevalentemente adatto alla guida in città. Segnaliamo la Captur diesel 1.5 dCi Blue (95 CV) e la Captur benzina TCe 12V (90 CV);
  • Dacia Sandero Stepway. Probabilmente la Crossover più economica per i neopatentati. Segnaliamo la versione a benzina 1.0 Sce (75 CV) e quella diesel 1.5 dCi (75 CV);
  • Kia Stonic 1.2 Urban. Piccolo Crossover da viabilità urbana, presenta un motore 1.2 a benzina da 84 CV.

Fuoristrada elettrici senza limiti di potenza

Abbiamo poco fa specificato che i neopatentati non possono guidare veicoli con una potenza superiore ai 95 CV. Ciò è vero ad esclusione proprio dei mezzi elettrici, per i quali il limite viene superato. Infatti, i libretti di circolazione di questi veicoli non registrano la potenza massima bensì quella erogabile continuativamente per trenta minuti: un dato che risulta ovviamente più basso del primo e che consente di ovviare alla restrizione. Ecco di seguito alcune opportunità:

  • DS 3 Crossback E-Tense So Chic. Questo piccolo SUV elettrico francese ha una potenza massima di 136 CV. Piccola nelle dimensioni ma grande nelle prestazioni: da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi;
  • Hyundai Kona Electric 39 kWh XTech City. Il più piccolo SUV della Hyunday, dotato di un motore elettrico da 136 CV;
  • Opel Mokka-e e-Edition. Si tratta della variante tedesca della DS 3 Crossback: stesso motore da 136 CV.

visite 3891, 6 oggi

Moto Auto Solo passaggio Città

Milano - Roma - Torino - Napoli - Cagliari- Verona - Salerno - Firenze - Bologna

Moto Auto Solo passaggio Marca

Alfa Romeo - Audi - Citroen - Fiat - Opel - Tutte le Marche