Tutti i tipi di patente: scopriamo quali sono e le loro caratteristiche

Tutti i tipi di patente per scegliere quella di cui hai bisogno

Per poter guidare un veicolo a motore su strada è necessario che il conducente sia in possesso di un’autorizzazione amministrativa che gli permetta la guida del mezzo, la cosiddetta patente di guida.

  • La patente di guida ha una validità temporale essendo soggetta a rinnovo in base all’età anagrafica del titolare.
  • Ogni tipo di patente viene rilasciata dalla Motorizzazione Civile
  • A partire dal 1 luglio 2013 è stato introdotto un sistema della patente a punti per cui all’atto della consegna della patente il possessore ha come base di partenza 20 punti sulla patente. Tali punti vengono decurtati in quantità variabile in base al tipo di infrazione stradale commessa. Se il conducente si comporta bene e non commette infrazioni ogni due anni gli vengono assegnati 2 punti sulla patente fino al raggiungimento di 30 punti.

Passiamo a specificare nel dettaglio tutti i tipi di patente.

Per tutti i tipi di patente ci sono diverse categorie che sono identificate con una lettera e raggruppate secondo la tipologia del mezzo di trasporto di cui si è alla guida.

Le categorie di patenti, valide in tutta Europa, si possono raggruppare in:

Accanto a queste abbiamo le estensioni di patente:

Patente A

Tricicli, motocicli

Questo tipo di patente serve per poter guidare tutti i tipi di motocicli e in base alla tipologia di moto e in base all’età del conducente si differenzia in Patenti A1, Patenti A2, Patenti AM.

La patente A permette di guidare:

  • tricicli con potenza superiore a 15 Kw a partire dai 21 anni;
  • motocicli, ossia veicoli a due ruote, senza o con carrozzetta , provvisti di motore con cilindrata superiore a 50 cm³ se a combustione interna e/o aventi una velocità massima per costruzione superiore a 45 km/h a partire da 24 anni.

Per ottenere la patente A bisogna sostenere un esame teorico e due prove pratiche. Le prove pratiche consistono in una prova su strada aperta al pubblico e una prova tecnica con esercizi di guida in percorso. Chi possiede la patente B dovrà sostenere solo l’esame pratico. La patente A abilita alla guida di tutte le moto.

Per conseguire la patente A o A3, come veniva chiamata nella precedente normativa, bisogna aver compiuto 24 anni che scendono a 20 anni qualora si sia in possesso della patente A1 da almeno due anni.

Tutte le patenti di tipo A hanno scadenza decennale entro i 50 anni di età. Da 50 anni a 70 il rinnovo sarà ogni 5 anni; 3 anni per chi ha superato i 70 anni e ogni 2 anni per un’età superiore a 80 anni.

Patente A1

La patente A1 permette di guidare:

  • motocicli di cilindrata massima di 125 cm³, di potenza massima di 11 Kw e con un rapporto peso/potenza non superiore a 0,1 kW/kg;
  • tricicli con potenza non superiore a 15 kw;
  • macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Per conseguire la patente A1 bisogna sostenere un esame teorico ed un esame pratico. L’esame pratico consiste in due prove: una prova a circuito chiuso ed una prova di guida su strada pubblica.

L’età per il conseguimento della patente A1 è di 16 anni.

Patente A2

La patente A2 permette di guidare:

  • motocicli di potenza non superiore a 35 kw con un rapporto peso/potenza non superiore a 0,2 kw/kg e non derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima consentita cioè 70 Kw;
  • Per i primi tre anni dopo il conseguimento della patente A2 si dovranno rispettare i limiti di velocità di 90 km/h sulle strade extraurbane e 100 km/h in autostrada.

Per conseguire la patente A1 bisogna sostenere un esame teorico ed uno pratico. Quest’ultimo dovrà essere effettuato guidando una moto con una cilindrata non inferiore a 400 cc e di potenza non superiore a 35 kw.

L’età per il conseguimento della patente A2 è di 18 anni.

Patente AM

La patente AM permette di guidare:

  • ciclomotori a due ruote di categoria L1e, con cilindrata inferiore o uguale a 50 cm³ se a combustione interna con una velocità massima di costruzione non superiore a 45 km/h o con potenza nominale continua massima inferiore o uguale a 4 kw per i motori elettrici;
  • ciclomotori a tre ruote di categoria L2e con una velocità massima di costruzione non superiore a 45 km/h con motore di cilindrata inferiore od uguale a 50 cm³se ad accensione comandata o con una potenza massima netta inferiore o uguale a 4 kw per gli altri motori a combustione interna o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kw per i motori elettrici;
  • quadricicli leggeri di categoria L6e, con una massa in ordine di marcia inferiore o pari a 425 Kg. con una velocità di costruzione fino a 45 km/h e cilindrata fino a 50 cm³per i motori ad accensione comandata o per gli altri motori con una potenza fino a 4 o 6 Kw.

L’età per la validità all’estero della patente AM è 16 anni.
L’età per il conseguimento della patente AM è 14 anni con una validità nel solo territorio nazionale.
L’età per il trasporto di passeggeri della patente AM è 18 anni.

Patente B

Autoveicoli, autocarri, autocaravan, motoveicoli, macchine agricole, maccine operatrici, mezzi di emergenza

La patente B permette di guidare:

  • Autoveicoli e anche autocarri e autocaravan per trasporto di persone e di cose con massimo nove posti totali compreso il conducente la cui massa complessiva a pieno carico non supera i 3,5 tonnellate, anche trainanti un rimorchio leggero fino a 750 Kg. È possibile trainare anche rimorchi non leggeri a condizione che non pesino più della motrice e che tutto il peso complessivo non sia superiore a 3,5 tonnellate;
  • motoveicoli tra cui tricicli, quadricicli e motocicli fino a 125 cm3 e 11 Kw, ma solo in Italia. Se la patente è stata rilasciata prima del 1 gennaio 1986 si può guidare qualsiasi tipo di motociclo, mentre per le patenti conseguite dopo il 1 gennaio 1986 e fino al 25 aprile 1988 si può guidare qualsiasi moto ma solo in Italia;
  • macchine agricole comprese quelle eccezionali;
  • maccine operatrici tranne quelle eccezionali;
  • mezzi destinati al servizio di emergenza con massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 tonnellate.

Coloro che hanno conseguito la patente B per i primi tre anni devono osservare delle limitazioni riguardo la velocità da mantenere durante la guida del mezzo. Più precisamente non possono superare i 100 km/ in autostrada e i 90 Km/h sulle strade extraurbane principali (art.117 C.D.S). Oltre a ciò in caso di sottrazione di punti della patente per infrazione stradale i punti decurtati saranno il doppio di quelli stabiliti per la stessa infrazione di un conducente che possiede la patente da più di tre anni.

I titolari di patente B conseguita dopo il 9 febbraio 2011, per il primo anno dal rilascio, non possono guidare autoveicoli con potenza , riferita alla tara superiore a 55 Kw/t. Per le categorie M1 per il periodo precedente a tale data viene applicato un altro limite di potenza uguale a 70 Kw.

Per ottenere la patente B bisogna superare un esame che consiste in una prova scritta e una di pratica.

L’età per il conseguimento della patente B è di 18 anni.

La validità della patente B è di 10 anni con rinnovo decennale fino a 50 anni. Da 50 a 70 anni di età il rinnovo è quinquennale che diventa triennale dopo il superamento dei 70 anni di età.

Patente B1

La patente B1 permette di guidare:

  • quadricicli non leggeri, di categoria internazionale L7e con massa fino a 450 Kg. per trasporto persone fino a 600 Kg. per veicoli adatti al trasporto merci con motore di potenza massima fino a 15 Kw.

La patente B1 è una patente di categoria B e segue le stesse indicazioni della patente B riguardo validità, tipo di esami e decurtazione di punti in caso di infrazione.

L’età per il conseguimento della patente B1 è di 16 anni.

Patente B96

La patente B96 permette di guidare:

  • La patente B96 è una patente particolare che permette il trasporto con l’autovettura di rimorchi di una certa consistenza.

Questa tipologia di patente fa il suo ingresso a partire dal 19 gennaio 2013 e serve a tutti i possessori di patente B che intendono trasportare carrelli con la propria vettura per portare ad esempio una barca o una moto.

Certo tutto dipende dal peso del rimorchio e dal carico ( autovettura con rimorchio di massa autorizzata >750 Kg e massa complessiva autorizzata maggiore di 3500 Kg. ma minore o uguale a 4250 Kg.) .

Se si possiede la patente B non si deve sostenere alcun tipo di esame orale ma solo una prova pratica su strada su veicolo con rimorchio. La patente B96 permette pertanto di utilizzare un rimorchio, entro determinati limiti di peso, senza necessariamente conseguire la patente BE, una patente B integrata con l’estensione E.

Quali sono le patenti professionali?

Tra queste le patenti professionali includono la C, D, E, le cosiddette “categorie superiori”, per camion, bus, autotreni, autoarticolati, autosnodati e servono a chi fa della guida una professione nel settore dell’autotrasporto e del trasporto merci.

Patente C

Rimorchio leggero, camion

La patente C fa parte delle cosiddette patenti professionali, quelle patenti che servono per svolgere la propria professione nel campo dei trasporti.

La patente C permette di guidare:

  • tutti i veicoli appartenenti alla categoria B;
  • rimorchio leggero con una massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate;
  • camion con massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate a pieno carico;

Gli esami da sostenere consistono in una prova teorica, al superamento della quale verrà rilasciato un foglio rosa della validità di 6 mesi per poter fare pratica di guida.
Per il trasporto di cose professionale oltre alla patente C è richiesta anche la CQC.

L’età per il conseguimento della patente C è 18 anni o 21 anni per la guida dei mezzi pesanti. A 18 anni non è possibile guidare mezzi pesanti ma tale limite può essere superato se in possesso della CQC trasporto cose con formazione ordinaria.

La patente C dovrà essere rinnovata ogni 5 anni fino al compimento dei 65 anni. Dopo tale età dovrà essere rinnovata ogni 2 anni presso la CML (Commissione Medica Locale Patenti) di appartenenza.

Patente C1

La patente C1 permette di guidare:

  • autoveicoli per trasporto di cose con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7,5 tonnellate anche se trainanti un rimorchio leggero;
  • macchine operatrici eccezionali;
  • veicoli della categoria B.

La patente C1 dovrà essere rinnovata ogni 5 anni fino al compimento dei 65 anni. Dopo tale età dovrà essere rinnovata ogni 2 anni presso la CML (Commissione Medica Locale Patenti) di appartenenza.

Patente D

Autoveicoli per trasporto di persone

La patente D abilita alla guida di veicoli per trasporto di persone superiore a 9 compreso il conducente ad uso proprio.

La patente D permette di guidare:

  • veicoli della categoria B;
  • autoveicoli per trasporto di persone con numero di posti superiori a 9 compreso il conducente ad uso proprio anche se trainanti un rimorchio leggero.

Per la guida degli autobus è necessario possedere oltre alla patente D anche il CQC persone.
Per ottenere la patente D bisogna prima conseguire la patente B (Direttiva 91/439/CEE).

L’età per il conseguimento della patente D è 24 anni che scende a 21 se presa contestualmente al CQC persone.

Patente D1

La patente D1, esistente da gennaio 2013

La patente D1 permette di guidare:

  • minibus, cioè gli autobus più piccoli con un numero di posti passeggeri superiori a 8 ma inferiori o uguale a 16, oltre al conducente, ad uso proprio e anche trainanti un rimorchio leggero.

L’età per il conseguimento della patente D1 è 21 anni

Estensione E

Rimorchi, Semirimorchi

L’estensione E è un tipo di integrazione inserita nelle comuni patenti di tipo B, C, C1, D, D1 che permette di guidare veicoli con rimorchi e semirimorchi non leggeri con massa superiore a 750 Kg.

Quali sono le tipologie di veicoli che si possono guidare:

  • BE si tratta della semplice patente B con la quale è possibile guidare veicoli composti da motrice di categoria B con rimorchi o semirimorchi con massa autorizzata non superiore a 3500 Kg. È necessaria anche per la guida di trenini turistici con numero di persone trasportabili uguali o inferiore a otto. L’età per il suo conseguimento è 18 anni ed il possesso della patente B;
  • C1E motrice di categoria B o C1 con rimorchio o semirimorchio di massa massima autorizzata rispettivamente superiore a 3500 Kg. o superiore a 750 Kg. purchè la massa complessiva autorizzata non sia superiore a 12000 Kg.L’età richiesta per il suo conseguimento è 18 anni con il possesso della patente C1;
  • CE veicoli complessi di categoria B o C1 con rimorchio o semirimorchio non leggero di massa massima autorizzata superiore a 750 kg. L’età richiesta per il suo conseguimento è 21 anni o 18 anni se in possesso del CQC per trasporto cose con l’obbligo della patente C. La patente CE dovrà essere rinnovata ogni 5 anni fino al compimento dei 65 anni. Dopo tale età se si vuole continuare a guidare automezzi con massa complessiva superiore a 20 t. bisogna rinnovarla ogni anno presso la CML (Commissione Medica Locale Patenti) di appartenenza e fino a 68 anni. Dopo tale età la patente viene declassata a patente C.
  • DE motrice di categoria D con rimorchio o semirimorchio non leggero. L’età per il suo conseguimento è di 24 anni o 21 anni se si consegue il CQC persone con l’obbligo della patente D;
  • D1E motrice di categoria D1 con rimorchio non leggero. L’età per il suo conseguimento è di 21 anni con l’obbligo di patente D1;

Per ottenere l’estensione bisogna superare un esame teorico e uno pratico su uno specifico veicolo per i possessori di patente C, C1, D o D1 conseguita prima del 1 marzo 2015 e per chi ha conseguito la patente B prima del 1/12/2013. Coloro i quali hanno conseguito le patenti in date successive devono sostenere solo l’esame pratico.

Patenti speciali

Le patenti speciali sono rilasciate a quelle persone che possiedono delle disabilità e che pertanto hanno bisogno o meno di adattamenti per la guida del veicolo.

Quali veicoli è possibile guidare in base alla sua categoria:

  • patente Speciale A permette la guida di tutti i motoveicoli con massa complessiva di 1,3 tonnellate;
  • patente Speciale B permette la guida di motoveicoli ad esclusione dei motocicli e autoveicoli con massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate. Il numero dei posti non deve superare 8, escludendo il conducente;
  • patente Speciale C consente la guida di autoveicoli il cui peso è compreso tra 3.5 e 11,5 tonnellate;
  • patente Speciale D cponsente la guida di autoveicoli con numero di posti passeggeri non superiore a 16.

Ai possessori di patenti speciali è vietata la guida di ambulanze, veicoli in servizio di linea, veicoli per il trasporto di merci pericolose, veicoli adattati ancor prima che la UMC (Motorizzazione Civile) si sia espressa sulla conformità dell’adattamento in base alla disabilità del conducente.

Tutte le patenti di categoria AM, A1,A2, A, B1,B, C1, C, D1 e D e anche le estensioni possono diventare patenti speciali. In seguito agli accertamenti effettuati presso la Commissione Medica Legale che stabilisce il tipo di disabilità fornendo un certificato di idoneità è possibile poter procedere per il conseguimento della patente speciale.

Certificati professionali

Quei certificati che abilitano professionalmente per poter svolgere il proprio lavoro. Tra questi abbiamo la CQC, cioè la Carta di qualificazione del Conducente che serve per due modalità di trasporto: per la guida di veicoli per il trasporto di cose (CQC merci) e per veicoli adibiti per il trasporto di persone (CQC persone).

Carta di qualificazione del conducente CQC

per tutti i conducenti che svolgono il lavoro di autotrasportatori di merci o trasporto di persone.

KA e KB

Il KA è associato alla patente A ed è necessario per la guida di motoveicoli adibiti al servizio pubblico di piazza o noleggio con conducente con massa complessiva fino a 1,3 t;

il KB è associato alla patente B ed è necessario per la guida di taxi, autovetture e motoveicoli adibiti al servizio di noleggio con conducente con massa complessiva superiore a 1,3 t.

Per ottenere il certificato bisogna seguire un corso al quale seguirà un esame per il rilascio del CQC. Il corso potrà essere svolto in due modi(ordinario o accelerato). Nel secondo caso il termine di tempo per il conseguimento sarà minore come minore sarà la sua validità.

La CQC ha validità di 5 anni e va rinnovata attraverso la frequenza di un corso di formazione periodica della durata di 35 ore.

Patentino ADR

Il certificato di formazione professionale ADR è necessario per la guida di autoveicoli che trasportano merci pericolose in base alle direttive ADR.

I patentini ADR sono di 4 tipi e suddivisi in base alla tipologia della merce trasportata:

  • tipo A per il corso cisterne
  • tipo B relativo al corso base
  • tipo B + esplosivi
  • tipo B+ radioattivi.

Per conseguire il certificato è necessario seguire un corso al termine del quale deve essere sostenuto un esame scritto presso le sedi della Motorizzazione Civile che deve essere rinnovato ogni 5 anni.

visite 1037, 17 oggi