Quantcast

Cosa fare in caso di furto auto

Cosa fare in caso di furto auto

Il furto auto è un evento deplorevole che al contempo causa un duplice danno alla persona che lo subisce. Oltre al danno economico della perdita dell’auto ci si ritrova all’improvviso senza più il mezzo di trasporto con tutti i disagi che questo può comportare.

Scongiurando tale situazione in ogni caso è bene sapere cosa fare e come comportarsi per evitare maggiori danni economici: come dire oltre il danno la beffa!

La prima cosa da fare è quella di recarsi presso una stazione di Carabinieri o di Polizia e sporgere denuncia di furto indicando il numero di targa della vettura ed eventualmente anche il certificato di proprietà e il libretto di circolazione se al momento del furto si trovavano sull’auto.

Successivamente bisognerà presentarsi al P.R.A. per richiedere la registrazione della perdita di possesso. Tale procedura è molto importante altrimenti la vettura risulta sempre circolante su strada. Pertanto l’annotazione della perdita di possesso è l’unica strada da percorrere per evitare le future richieste di pagamento del bollo.

I documenti da presentare sono il CDP (se non è stato rubato con l’auto e nel qual caso va dichiarato nella denuncia) o il foglio complementare o il CDPD ( certificato di proprietà digitale ) accompagnato dalla denuncia di furto. Tale certificato viene utilizzato sul retro come nota di presentazione. Nel caso invece non si possieda più il CDP o si era in possesso del foglio complementare verrà utilizzato il modello NP3C e sempre accompagnato dalla denuncia.

La denuncia va presentata in originale o in copia conforme o utilizzando la dichiarazione sostitutiva di resa denuncia. I costi per tale operazione ammontano a 32,00€ se si utilizza il CDP o CDPD come nota di presentazione e a 48,00€ qualora venga utilizzato come nota di presentazione il modello NP3C. Le spese sono relative alle operazioni fai-da-te a cui vanno aggiunte le spese per il servizio qualora ti appoggi ad una delegazione ACI o agenzia automobilistica.

È importante avvisare anche in tempi brevi l’assicurazione per il furto e che dovrà risarcire il danno subito nel caso in cui la polizza lo preveda. All’assicurazione si dovrà consegnare la copia della denuncia di furto, la copia delle chiavi e l’estratto cronologico della vettura.

Tale estratto si richiede al PRA ed ha un costo di 25,00€.

E cosa fare qualora il veicolo venga ritrovato? Bisogna richiedere al PRA la registrazione del rientro in possesso entro quaranta giorni.

I documenti da presentare sono il CDP dove risulta l’annotazione della perdita di possesso e che viene usato come nota di presentazione oppure il modello NP3C accompagnato dal provvedimento delle autorità per la riconsegna del veicolo.

Anche qui i costi sono variabili e dipendono dal modello che si utilizza come nota di presentazione. Se si usa il CDP sono 32,00€ che salgono a 48,00€ se viene utilizzato il modello NP3C. A queste vanno aggiunte le spese dell’agenzia o della delegazione ACI per il servizio reso qualora non si provveda direttamente.

Un’ ultima raccomandazione : ricordarsi di richiedere il duplicato del certificato di proprietà in caso di furto o smarrimento contemporaneamente alla richiesta della registrazione del rientro in possesso allegando la relativa denuncia.

9537 visite, 2 oggi