Cosa significa ASR come agisce e quali sono i vantaggi

csa significa asr come agisce

Cosa significa ASR e quale è la sua funzione

Le vetture sono dotate di vari sistemi di sicurezza per far sì che la guida sia sempre più sicura e affidabile. Uno tra questi è l’ASR. Ma cosa significa ASR e quale è la sua funzione. L’ ASR è un sistema di sicurezza conosciuto anche con il termine inglese TCS (Traction Control System). Esattamente quindi cosa significa ASR. Il nome ASR deriva dall’inglese e sta per Anti-Slip Regulation o Anti-Spin Regulation ed indica un sistema di controllo elettronico che, in fase di accelerazione del veicolo, agisce sulle ruote motrici evitando lo slittamento o pattinamento delle gomme.

Controllo di trazione come agisce

Il controllo di trazione o meglio cosa significa ASR e come funziona. Come abbiamo già detto sappiamo cosa significa ASR ma come agisce? Il sistema opera in fase di partenza, accelerazione o decelerazione di un veicolo permettendo il controllo della vettura su strade scivolose o sdrucciolevoli. Una centralina a controllo elettronico riceve informazioni dai sensori situati su tutte le ruote e, in modo autonomo, senza alcun intervento da parte del conducente su acceleratore e freno, agisce su motore e freni evitando il pattinamento delle ruote motrici. La sua azione è strettamente collegata all’ABS e possiamo dire che i due sistemi lavorano in sinergia. L ‘ASR utilizza gli stessi sensori (ruota fonica) dell’ABS per analizzare la velocità di rotazione delle ruote motrici intervenendo quando una o entrambe le ruote stanno perdendo aderenza. In caso pertanto di slittamento delle gomme interviene sui freni e sul regime del motore permettendo di mantenere il controllo della vettura evitandone così lo sbandamento.

Storia dell’ASR

La nascita dell’ASR risale alla seconda metà degli anni ottanta. Nel 1987 infatti la Bosch inizia la produzione del controllo di trazione chiamato ASR (Anti-Slip-Regulation). La sua funzione era quella di ottimizzare la guida della vettura in fase di accelerazione e in curva. Possiamo dire comunque che anche in periodi antecedenti ci sono stati tentativi di sistemi per evitare lo slittamento delle ruote. Nel Regno Unito nel 1967 abbiamo un primo prototipo ad opera della Jensen Interceptor FF. Successivamente nel 1971, negli Stati Uniti, è la Buick che presenta un dispositivo alquanto ingegnoso chiamato Max Trac per mezzo del quale si riusciva a confrontare la velocità delle ruote anteriori con quelle posteriori. Nel caso di variazione interveniva sull’iniezione togliendo potenza al motore. Anche se la diffusione dell’ASR si sviluppò nel decennio successivo agli anni ottanta, è divenuto obbligatorio da novembre 2011 e deve essere montato su tutte le auto nuove a partire da gennaio 2014.

ASR in tutte le sue varianti

Questo sistema per svolgere il proprio compito si avvale di diverse varianti a secondo il tipo di controllo su cui agisce. Da questo punto di vista possiamo distinguere sistemi che agiscono sui freni, sull’accensione o sull’alimentazione del motore.

Sistemi che agiscono sui freni

In caso di terreno sdrucciolevole quando una ruota motrice slitta girando a vuoto tutta la coppia erogata dal motore è indirizzata a tale ruota. La ruota che possiede minore aderenza pertanto rimane priva di potenza e il veicolo rimane fermo. In questi casi la centralina dell’ASR coadiuvata anche dalla centralina dell’ABS riceve le informazioni della ruota che ha perso aderenza e, frenando la gomma che pattina, eroga di nuovo potenza alla ruota con più aderenza permettendo così al veicolo di recuperare trazione e quindi di avanzare. In caso di veicolo in movimento o in forte accelerazione su rettilineo se tale sistema fosse utilizzato per ridurre il pattinamento delle ruote motrici si creerebbe una differenza di velocità di rotazione delle gomme dei due assi con conseguente variazione di traiettoria e perdita di controllo del veicolo.

Sistemi che agiscono sull’accelerazione del motore

Quando le ruote motrici slittano l’ASR interviene sull’alimentazione del motore diminuendone la potenza. Succede che sottraendo alle ruote motrici solo la coppia in eccesso che dava origine al pattinamento, le gomme utilizzano l’aderenza del manto stradale con conseguente accelerazione del veicolo.

Sistemi che agiscono sull’accensione

Questo sistema agisce sull’accensione. È stato utilizzato principalmente sulle motociclette da competizione ritardando l’accensione del motore o tagliando uno o più cilindri.

ASR vantaggi e svantaggi

Il sistema di controllo di trazione è particolarmente utile nei seguenti casi:

-perdita di trazione da una ruota. In questa situazione il differenziale spostando tutta la coppia sulla ruota blocca il movimento del mezzo.Il sistema permette al differenziale di mantenere la coppia motrice sulla ruota che ha ancora aderenza bloccando la libertà della ruota. Questo risultato si ottiene anche usando un differenziale autobloccante;

-condizioni critiche del manto stradale. In caso di pioggia o ghiaccio permette di evitare lo sbandamento del veicolo a causa delle variazioni di condizioni del manto stradale;

-nelle competizioni. Migliora le prestazioni dando una maggiore autonomia al pilota offrendo una gestione continua delle condizioni di aderenza.

Accanto ai vantaggi tale sistema presenta anche degli svantaggi nei seguenti casi:

-transito su terreni non particolarmenti compatti. In caso di sabbia, neve o terreni non compatti le ruote slittano a causa della scarsa aderenza. Durante le fasi di accelerazione lo slittamento della ruota consente di compattare il terreno vicino la ruota garantendo una maggiore aderenza. Sui moderni fuoristrada sono montati alcuni sistemi più evoluti i cui sensori rilevano il tipo di terreno oppure escludono il sistema;

-difficoltà di uso della tecnica della sbandata controllata. Tale tecnica non può essere facilmente realizzata dato che è impossibile far derapare le ruote. Sicuramente svantaggioso nella guida sportiva ma regolabile o non ammesso nelle auto di grossa potenza.

visite 623, 1 oggi