Il sistema infotainment per la nostra auto

Il sistema infotainment per la nostra auto

Infotainment auto

C’era una volta semplicemente l’autoradio. Prima dell’avvento dell’informatica, dell’era digitale, delle reti Wi-Fi, l’autoradio era l’optional che consentiva a chi viaggiava molto di potersi distrarre un po’. Oggi questo mezzo di intrattenimento è al tempo stesso superato ed integrato in modi che un tempo non erano neppure immaginabili. Benvenuti nell’era del sistema infotainment per la nostra auto.

Cos’è l’infotainment auto

“Informazione e intrattenimento”: questo è il significato del neologismo inglese “infotainment“. Si tratta della fusione di due parole distinte: “information” ed “entertainment“. Un sistema infotainment è, quindi, l’insieme di device e dispositivi integrati che permettono all’automobilista non solo di svagarsi mentre guida, ma anche di essere informato e in costante contatto con l’esterno.

Sistema infotainment: come funziona

In genere i veicoli dotati di un moderno sistema infotainment sono caratterizzati da uno schermo posizionato al centro della plancia, di fronte ai due sedili anteriori, dalle dimensioni di un classico tablet. Questa posizione consente facilmente anche al passeggero sul sedile anteriore di poter operare sulla consolle. Da essa si comandano infatti i sistemi di intrattenimento tradizionali, lettore DVD e radio, e il sistema di condizionamento. Il dispositivo svolge anche la funzione di “computer di bordo“, fornendoci costantemente informazioni sullo stato del veicolo: livelli, pericoli, ecc. Inoltre, per mezzo della tecnologia bluetooth, l’interfaccia si collega facilmente ai dispositivi digitali personali e consente, pertanto, di gestirli tutti quanti da un unico centro di comando. I sistemi infotainment hanno infine integrato anche un dispositivo GPS, che permette di visualizzare in tempo reale la nostra posizione e il percorso da seguire durante il nostro viaggio.

I comandi del sistema infotainment

Un aspetto non irrilevante è quello dei comandi dell’infotainment auto. Mentre si è alla guida può infatti non essere agevole attivare le funzioni presenti sul nostro sistema, come inserire il GPS o fare una telefonata. Oltre ai tradizionali tasti fisici, presenti attorno al volante o al display, molti sistemi infotainment di ultima generazione sono abilitati ai comandi vocali o – addirittura – a quelli gestuali. Alcuni sensori, posizionati in prossimità della plancia, rilevano i gesti dell’automobilista, corrispondenti a determinate operazioni da compiere.

Come è strutturato un buon sistema infotainment

Se state pensando di dotare il vostro veicolo di un buon sistema infotainment, di seguito forniamo un breve elenco di dispositivi e/o funzioni che riteniamo essenziali per la nostra consolle. Essa dovrebbe avere:

  • un ampio display touchscreen, posizionato al centro della plancia;
  • un carputer (computer di bordo);
  • rete bluetooth, router Wi-Fi, connessioni USB;
  • un navigatore satellitare;
  • videocamera anteriore e posteriore;
  • diffusori Hi-Fi.

I principali sistemi di infotainment

A parte i pack nativi, che le case automobilistiche hanno direttamente istallati sui veicoli, due sono i sistemi infotainment più diffusi: Android Auto e Apple Car Play. Google e Apple si dividono il mercato infotaiment auto, sostanzialmente duplicando app e funzioni dal proprio cellulare – via bluetooth o USB – sul display della consolle. Ciò che ovviamente i due sistemi non riescono a fornire è una diagnostica di bordo integrata nel sistema. Poco male, poiché ormai quasi tutti i veicoli di ultima generazione sono dotati di un carputer preinstallato di default.

visite 253, 1 oggi